E’ uno dei giochi più attesi e che allo stesso tempo ha suscitato e desta tutt’ora molta preoccupazione tra i fan: Final Fantasy VII Remake va a portare sulle attuali console un colosso del passato, uno dei capitoli della saga di Final Fantasy più amati, rilegato ad un gameplay e ad un filone ben diverso dai capitoli attuali.

La modernizzazione di un grande classico non ha quindi convinto proprio tutti i fan del gioco originale e tra questi troviamo anche il game director di Final Fantasy XV, Hajime Tabata, che nel corso di un’intervista a GameRevolution ha spiegato che se Square Enix gli avesse chiesto di dirigere lo sviluppo, lui avrebbe rifiutato:

È un gioco molto speciale e non credo che potrei occuparmene. Ci sono tantissimi fan e se mi fosse stato chiesto di soddisfarli tutti, non credo che sarei stato in grado di farlo. Se Square Enix mi avesse chiesto di realizzare un nuovo Final Fantasy e di fare qualcosa di originale sarei stato ben felice di accettare, ma fare un remake di Final Fantasy VII, rendendolo un gioco adatto ai tempi di oggi, non credo ci sarei riuscito. Le uniche persone in grado di farlo sono Yoshinori Kitase e Tetsuya Nomura.

Il peso di un gioco come Final Fantasy VII Remake si è fatto sentire sulle spalle di Hajime Tabata; anche voi pensate che sia molto difficile rispettare le aspettative dei fan o il game director non ha avuto lo spirito giusto per osare di più?

Commenti

risposte