In principio fu Pokémon Stadium; per la prima volta potemmo vedere i Pokémon darsele di santa ragione come qualsiasi bambino sognava vedendo il cartone animato in televisione e da lì, grazie anche all’avanzare della tecnologia, il sogno di vedere un capitolo della serie principale in tre dimensioni è sempre rimasto.

Un contentino con Pokémon Colosseum e Pokémon XD non sono di certo bastati essendo questi relativamente degli spin-off, e lo sbarco nel mondo 3D con Pokémon X e Y prima e Sole e Luna poi non è proprio ciò che davvero tutti desiderano: un mondo esplorabile completamente, con la possibilità di combattere e catturare le creature in tutta libertà. Se Nintendo e Game Freak ancora non ci hanno pensato (confidiamo nel capitolo in sviluppo per Switch), si è messo invece al lavoro Felipe Gouvea, un appassionato che sta sviluppando Pokémon Rosso Fuoco con l’Unreal Engine 4 dando vita a Pokémon Origins, di cui una prima demo è già scaricabile.

Il gioco, come potete vedere dal video, utilizza la visuale in terza persona e consente di muoversi liberamente nel mondo di gioco, con combattimenti che abbandonano la struttura a turni per adottare quella in tempo reale. Il lavoro è sicuramente apprezzabile, anche se è ovvio che qualcosa di così amatoriale non potrebbe mai essere “accettato” dai fan dei Pokémon viste le animazioni ridotte davvero all’osso e dettagli grafici quasi nulli.

Vedremo come si evolverà la cosa, anche se come spesso accade con le IP di Nintendo, probabilmente Pokémon Origins non avrà vita molto lunga.

Commenti

risposte