Circa il 30% dei dipendenti di Capcom Vancouver, studio noto per lo sviluppo dei giochi della serie Dead Rising, è stato colpito da una serie di licenziamenti dopo una ristrutturazione interna dello studio.

Come riportato da Destructoid, Capcom ha dichiarato ufficialmente che la ristrutturazione era il risultato di una “valutazione periodica” che potrebbe derivare dal desiderio dell’azienda di “tagliare la portata” del prossimo titolo di Dead Rising.

Secondo un rappresentante di Capcom, “Vancouver ha subito una ristrutturazione che ha colpito circa il 30% dello studio” ma Kotaku ne riduce la portata al 20%, in quanto stima che siano state licenziate circa 50 persone su 250 dipendenti.

La società non ha ancora rilasciato delle dichiarazioni a riguardo.

Commenti

risposte