Mass Effect Andromeda è stato uno delle più grandi delusioni dello scorso anno, vuoi le alte aspettative che c’erano sul gioco vista l’appartenenza ad una grandissima saga, vuoi l’effettiva bassa qualità del titolo, dovuta a tanti problemi di sviluppo e bug solo con il tempo fixati da BioWare.

Eppure, per il producer Mark Darrah, la colpa è tutta della finestra di lancio sbagliata e, quindi, di altri quattro giochi di ruolo usciti nel mese di marzo 2017, tra cui The Legend of Zelda: Breath of the Wild.

Mass Effect Andromeda è uscito in un mese saturo di titoli, forse il più saturo della storia dei videogiochi, con ben cinque giochi di ruolo nel mese di marzo. Ad esempio, è uscito nello stesso mese di The Legend of Zelda.

In realtà, se guardiamo alle uscite del mese di marzo di un anno fa, possiamo trovare titoli come Horizon Zero Dawn (28 febbraio), NieR Automata e Ghost Recon, giochi non propriamente appartenenti al genere indicato da Darrah.

Per quanto riguarda Breath of the Wild, un’esclusiva Nintendo Switch in teoria non dovrebbe influire così pesantemente sulle vendite di un gioco per PlayStaion 4, Xbox One e PC, cosa che effettivamente non è successa con il titolo di Guerrilla Games che, nonostante la convivenza con il capolavoro di Nintendo, ha comunque avuto un ottimo successo.

Forse sarebbe stato meglio fare un mea culpa?

Commenti

risposte