Il titolo del 2013 DmC: Devil May Cry è stato il tentativo di Capcom di ringiovanire il genere hack-and-slash ma non ha funzionato così bene, quindi gli sviluppatori hanno deciso di ascoltare i loro fan accaniti durante lo sviluppo di Devil May Cry 5. Il direttore marketing Antoine Molant di Capcom Europe ne ha parlato un po’ su Gameindustry:

L’ultimo gioco è stato molto buono, ma c’erano alcune voci infelici perché non era un sequel diretto e altre cose. A causa di ciò, il team di sviluppo si è seduto e si è chiesto: ‘Dove lo porteremo dopo?’ Ed era noto che la comunità voleva che Devil May Cry 5 fosse più vicino a 1, 2 e 3. E così è nato il progetto. Possiamo discutere se questo genere abbia lo stesso fascino di un tempo… è difficile da dire. Il progetto è nato per quello che vogliono i fan.

Anche il direttore di Capcom Europe, Stuart Turner, ha commentato la vicenda:

È giusto dire che siamo molto concentrati sul pubblico e sul feedback che otteniamo. Recentemente abbiamo visto alcune storie orribili nei media su editori che si piegano alla volontà di Internet. Non vorremmo andare così lontano.DMC è un esempio di questo. I fan non erano felici, quindi procediamo in maniera diversa. Vogliamo dare cose ai fan, vogliamo sostenerli, ma deve avere senso. Non ascoltiamo gli estremi.

 

Devil May Cry 5 verrà pubblicato nella primavera 2019 per PlayStation 4, Xbox One e PC.

Commenti

risposte