Un nuovo capitolo di Diablo, il sogno di milioni di giocatori; magari se questo si fosse chiamato Diablo IV o se fosse stato un remake del secondo capitolo. Qualche giorno fa invece Blizzard ha annunciato Diablo Immortal, capitolo inedito in uscita prossimamente sui dispositivi mobile, cosa che ha suscitato il malcontento dei fan della serie.

Il problema, secondo Mark Kern (ex Blizzard e producer di Diablo 2) è tutta nella software house, che ha alimentato inutilmente e illuso i giocatori con messaggi che facevano pensare ad un nuovo Diablo per PC.

Kern esordisce spiegando che “Blizzard non capisce più i giocatori“, dichiarando che l’idea di un Diablo mobile non è affatto male, ma il contesto in cui è stato annunciato è stato del tutto sbagliato:

Non c’è niente di male in una versione mobile di Diablo. Effettivamente ne volevo una anche io. Ma il modo in cui è stato anticipato l’annuncio, è stato poi fatto e il modo dei dirigenti Blizzard di prevedere le reazioni, mi hanno davvero sorpreso.

Non si critica quindi il gioco in sé, quanto piuttosto la gestione dell’annuncio da parte di Blizzard. Siete d’accordo con Mark Ken o credete che Diablo Immortal non sarebbe mai dovuto esistere?

Commenti

risposte