Thronebreaker, l’espansione single player di Gwent pubblicata di recente, non sta vendendo quanto lo sviluppatore/editore CD Projekt Red sperava e parte del problema potrebbe risiedere nello store scelto per la pubblicazione.

L’espansione, che costruisce un nuovo gioco ed una nuova trama attorno al minigioco di carte di The Witcher 3, non è stato pubblicato su Steam in quanto la società ha scelto di renderlo un’esclusiva del loro store, GoG. Ciò potrebbe averlo portato a sottoperformare rispetto alle aspettative, secondo il co-CEO di CD Projekt Red Adam Kiciński. Ecco quanto comunicato agli investitori:

Il periodo iniziale [delle vendite] potrebbe non essere all’altezza delle nostre aspettative iniziali. Il gioco è apparso per la prima volta su GoG per ragioni abbastanza semplici. È la nostra piattaforma prioritaria e volevamo rilasciare il gioco lì per primi ai giocatori che ci supportano, ma la portata di GOG è incomparabilmente più piccola di quella di Steam.

Kiciński ha quindi rapidamente accennato al fatto che il gioco è ora disponibile su Steam e il mese prossimo uscirà anche su console. Per questo motivo, e grazie anche alla continua popolarità del marchio Witcher, si aspetta che venda “per molti anni a venire”.

Commenti

risposte