Rockstar Games ha spesso insistito sul realismo come uno degli elementi fondanti della variegata esperienza di gioco offerta da Red Dead Redemption 2, e questo tema rimane costante dalle gesta più efferate a quelle più ordinarie. Queste ultime includono anche interazioni con animali, come ad esempio la possibilità di accarezzare i cani. Tuttavia, i giocatori hanno notato un’importante omissione: a differenza dei cani, è impossibile accarezzare i gatti.

Una volta notata questa grave lacuna, un giocatore, Mark Kenway, ha lanciato una petizione, chiedendo a Rockstar Games di dare pari importanza ai nostri amici a quattro zampe, siano essi cani o felini. Le petizioni sono un fenomeno comune nel mondo videoludico, e spaziano dalle richieste di ritiro della licenza a quelle di vera e propria cancellazione di un gioco, ma questa è senza dubbio fra le più strane. Kenway racconta di aver visto un adorabile gattino nella città di Saint Denis in Red Dead Redemption 2, e di essere stato “triggerato” dall’impossibilità di accarezzarlo. Criticando quello che denuncia come “razzismo animale”, ha giurato di non accarezzare mai più un cane nel gioco finché la disparità di trattamento non sarà rettificata. Ha anche sottolineato che, prima della visita a Saint Denis, aveva accarezzato ogni singolo cane incontrato durante il gioco, anche nei momenti più concitati, e ha intenzione di fare lo stesso con i gatti.

Non si ha notizia di risposte da parte di Rockstar al momento, ma la petizione è consultabile (e ovviamente aperta a firme) qui.

Commenti

risposte