L’Epic Games Store ha deciso di aggiornare le sue politiche sui rimborsi, allineandole a quelle già in vigore da molto tempo sul suo concorrente di punta, Steam. Proprio come sulla piattaforma Valve, infatti, sarà possibile restituire qualsiasi gioco, ottenendo un rimborso, entro quattordici giorni dall’acquisto, a condizione di avervi giocato per meno di due ore.

A differenza di Steam, però, per ottenere i rimborsi sull’Epic Games Store sarà ancora necessario aprire un support ticket e aspettare che venga preso in carico da un membro del servizio clienti. Sergey Galyonkin, che ricopre il ruolo di director of publishing strategy presso Epic, ha detto su Twitter che si tratta di una situazione temporanea, e che i lavori procedono per inserire anche una funzione che consentirà rimborsi autonomi.

Queste modifiche fanno parte di una lunga serie di cambiamenti già introdotti, o ancora in cantiere, per l’Epic Games Store. Fra gli altri annoveriamo il futuro supporto del local pricing e delle valute (al momento ci sono solo dollari americani e sterline), e l’aggiunta di un sistema di recensioni. A differenza di Steam, tuttavia, le recensioni non saranno disponibili per ogni gioco: devono essere gli sviluppatori, tramite opt-in, a consentire l’aggiunta di recensioni al loro titolo. Galyonkin ha anche parlato di sistemi di prevenzione anti-review bombing, ma per il momento al riguardo non ci sono ulteriori dettagli.

Registrandosi sull’Epic Games Store, al momento è è possibile acchiappare gratuitamente una copia di What Remains of Edith Finch.

Commenti

risposte