Da poco è finito il Summer Games Done Quick, l’evento che unisce gli appassionati dello speedrunning per raccogliere fondi da destinare in beneficienza.

Per chi non sapesse cosa è lo speedrunning (ma chi segue PDVG penso lo sappia benissimo, magari qualcuno di voi è anche un appassionato della “disciplina”) è “l’arte” di terminare i giochi (attraverso percorsi studiati a tavolino, utilizzando spesso e volentieri anche glitch presenti nel gioco) nel minor tempo possibile.

Quest’anno il Summer Games Done Quick ha superato il precedente record di raccolta fondi, superando la cifra monstre di 1,7 milioni di dollari (per la precisione $ 1.764.000,00), da donare a Doctors without Borders (Dottori senza frontiere), organizzazione che si prodiga a portare il suo aiuto in oltre 70 paesi.

L’edizione 2017, svoltasi tra il 2 e il 9 luglio, ha visto tanti giocatori sfidarsi (o spesso e volentieri, sfidare se stessi sui tempi già fatti in passato) su titoli sia di vecchia data (tra i quali la serie di Super Mario fa spesso da padrone) che titoli più recenti (come Zelda per Switch o Dark Souls III).

Sul canale Youtube di Games Done Quick potete trovare tutti i video (se non erro ci sono circa 140 filmati dall’evento) ma vorrei citarvene qualcuno direttamente in questo articolo:

FINAL FANTASY VII

Leggere 8 ore e speedrun nella stessa frase a volte può sembrare strano.

Ma 8 ore per un titolo come FF7 sono qualcosa di inimmaginabile (personalmente non ci gioco da anni ma il mio miglior tempo è stato un 28 ore se non ricordo male).

Il tutto ricordandosi che non ci alza dalla sedia e non si fa altro per giocare per tutto il tempo necessario a completare il gioco. PAZZESCO.

SUPER MARIO 64

Come già detto la saga Super Mario è tra le più famose al mondo anche nell’ambiente degli speedrunner.

In particolar modo Super Mario 64 è tra i giochi che da sempre ha appassionato di più molti giocatori e qui possiamo osservare cheese05 raccogliere 120 stelle in meno di 2 ore (1 ora e 41 minuti). Oltre a conoscere a perfezione locazioni, trick e tutto quanto quello che sia necessario per completare queste speedrun, bisogna sempre ricordare che in un platform game l’esecuzione deve essere sempre perfetta per raggiungere questi tempi.

ZELDA: LINK TO THE PAST

Ok, tecnicamente non siamo davanti ad una speedrun “pura”, ma a qualcosa di ben oltre. Questo grandissimo titolo è stato un banco di sfida niente male per tanti giocatori, ma il ragazzo nel video, Andy, non solo completa il gioco sconfiggendo tutti i dungeon, ma lo fa SENZA L’USO DELLA SPADA.

Il tutto in 1 ora e 15 minuti circa.

La media per donazione è stata di circa 59 dollari (praticamente un gioco per le console di nuova generazione) e la donazione più consistente ha superato i 20.000,00 dollari (complimenti a chi ha avuto il buon cuore di fare questo gesto).

Appuntamento per l’edizione invernale dal 7 al 14 gennaio 2018! 

Commenti

risposte