Warner Bros. ha annunciato che Middle-earth: Shadow of War avrà dei loot box.

All’interno del gioco sarà presente uno store, chiamato “The Market” (l’originalità si spreca), in cui si potranno acquistare loot chest, war chest, boost per l’XP e altri amenicoli vari.

I loot chest conterranno equipaggiamenti, in forma di armi e armature di varia rarità e potranno anche contenere boost per l’XP che serviranno a livellare il personaggio giocabile Talion.

Nelle war chest invece troveremo seguaci orchi di varia rarità che serviranno a migliorare la nostra armata e, similarmente alle loot chest, avranno degli item che serviranno a livellare e customizzare i seguaci orchi.

Per l’acquisto di questi oggetti avremo due diverse valute da usare: Mirian o Gold.

I Mirian sono una valuta acquisibile in gioco sconfiggendo orchi speciali, distruggendo equipaggiamento, distruggendo seguaci orchi per equipaggiamento che poi a sua volta verrà distrutto per Mirian, o semplicemente trovando nel gioco riserve di Miriam da lootare.

I Gold invece sono il tipo di valuta che useremo per tutti gli item di livello superiore (a partire dalle loot chest finendo alle war chest e tutto quello che potete trovare nello store). Ovviamente questa valuta sarà acquistabile tramite soldi reali oppure verrà regalato (in piccole quantità) una volta raggiunti particolari traguardi o partecipando alle sfide della community.

Community che giustamente è già insorta contro Warner Bros. accusando la società di voler lucrare in maniera spudorata aggiungendo ad un gioco che verrà venduto già a prezzo pieno. Da questo punto di vista bisogna far notare come la stessa Warner Bros. abbia voluto chiaramente specificare che nulla di quello che è acquisibile tramite i Gold non sarà possibile averlo semplicemente giocando Shadow of War.  Il sistema di acquisto tramite Gold (che tengono a precisare che in parte riceveremo gratis mentre giochiamo) serve semplicemente a velocizzare l’acquisizione di molti item presenti in game.

La Monolith sta praticamente dando una scorciatoia ai giocatori più pigri che, al posto di voler “perdere tempo” completando quest, assaltando fortezze o semplicemente “grindando” un pò di più, vogliono tutto e subito.

Personalmente non vedo l’esigenza di inserire una valuta del genere in un gioco single player visto che solitamente questa tipologia di acquisto viene reso spesso necessario nel mercato del gaming mobile nei famosi giochi “free to play, pay to win” per scalare e arrivare in vetta alle Leaderboard del PVP multiplayer, ma visto che nessuno lavora gratis, in questo caso il tutto è giustificato dal fatto che questi giochi sono, per l’appunto, free to play e quindi senza lo store in game non avrebbero possibilità di generare ricavi.

Shadow of War invece, come già detto, sarà un titolo venduto a prezzo pieno e quindi è assolutamente senza senso pensare di dover (o voler) spendere ulteriore denaro per goderci il gioco, non contenti ormai del fatto che ci ritroviamo a pagare qualsiasi cosa e trovandoci sempre più spesso ad avere un prodotto iniziale incompleto (pensiamo a tutti i titoli che acquistano un senso solo dopo aver preso 1 o 2 DLC a pagamento).

Il community manager della Monolith Jared ha provato a mascherare questo tentativo di lucrare sui giocatori con una semplice frase:

E’ un opzione per i giocatori. Sentitevi liberi di giocare come volete

Sempre lo stesso Jared assicura che il gioco è assolutamente fruibile al 100% senza l’utilizzo del “The Market” e che al momento non si è ancora deciso quanto costerà in soldi reali comprare i Gold.

Tutto l’hype che mi si era montato per Middle-earth: Shadow of War si è rapidamente affievolito (in maniera inversamente proporzionale alla velocità con cui i Gold aiuteranno ad equipaggiarsi al meglio in questo titolo), cosa veramente deludente visto che tutte le preview e le promesse fatte fino ad oggi davano l’idea di un gioco veramente notevole.

E voi spendereste dei soldi in questa maniera?

 

Commenti

risposte