Essendo la prima puntata di una rubrica che speriamo possa piacervi, partiamo con una piccola presentazione. Vista la mole di richieste, abbiamo deciso di creare questo piccolo spazio dedicato a voi lettori per consentirvi di dire la vostra facendo sentire la vostra voce, quindi che vogliate scrivere una recensione, un’editoriale o chi più ne ha più ne metta, questo è il posto giusto. Fate pervenire i vostri articoli all’indirizzo email cosimo.lemma@pdvg.it possibilmente in formato doc o al massimo pdf, va benissimo anche un copia incolla nel corpo della mail, ma niente formati alieni per cortesia. Ricordate di specificare Nome e Cognome oltre che l’oggetto della recensione in sé accompagnato dall’eventuale permesso alla pubblicazione con il vostro nome (se preferite va bene anche un nickname o la pubblicazione in forma anonima).

Essendo la community molto grande, non possiamo in alcun modo garantire la pubblicazione di ogni singolo articolo che riceveremo sia per quantità che per qualità degli stessi. Detto questo benvenuti in “Redattore per un Giorno” e lanciamoci subito nel primo articolo di Vincenzo Paolo Esposito! (n.d.R. gli articoli verranno rielaborati in minima parte per garantire una corretta impaginazione ed una buona leggibilità, rivedendo eventuali errori. Non verrà in alcun modo intaccato il senso logico degli scritti. Aggiungo inoltre che quanto leggerete non rispecchia in alcun modo il pensiero di Parliamo di Videogiochi, in questa particolare rubrica ci riteniamo solo un tramite. Andateci piano quindi con flame e insulti, in quanto le opinioni personali sono sacrosante)

 

Emulatori: migliori delle console?

Vi è mai passato per la mente di voler rigiocare o scoprire un vecchio Super Mario? Ma ovvio che si! Basta rispolverare il vecchio NES di papà , infilare la cartuccia e… cosa? Non hai una cartuccia? Si è rotta? O ancora peggio… Non hai l’hardware necessario per giocare? Bhe, ci sono due strade che puoi seguire.

La prima (la più costosa e lunga) si rivela essere eBay dove con un centinaio di euro ti porti a casa un NES ingiallito con la cartuccia di super mario e un pad mezzo funzionante… ah non dimentichiamo i lunghi tempi di spedizione! Arrivato il pacco a destinazione sei convinto che andrà tutto per il meglio, per forza! Solo che… hai una TV moderna, con prese VGA, HDMI, SCART e anche l’attacco per l’antenna RF, sarà proprio li che dovrai collegare l’output video della tua console. Cosa? Non funziona? Dovrai spendere 10€ per un adattatore decente? Ma è ovvio! Ora che hai tutto cosa potrebbe andare storto? Ops, ti ritrovi sulla TV il gioco con un disturbante sfarfallio. Ecco come hai sprecato tempo e soldi.

La seconda (la migliore in assoluto) è l’utilizzo di un emulatore. Cos’è un EMULATOREUn emulatore, […] è un componente che replica le funzioni di un determinato sistema su un secondo sistema differente dal primo  -Wikipedia.

Ora che sappiamo cos’è ci basta semplicemente googlare “Emulatore pc” più il nome della piattaforma da emulare. Semplice! Dopo vi basterà trovare una copia del vostro gioco online. 

Fermi! Stiamo piratando per caso i giochi? Mmh… forse. In Italia, emulare un gioco è legale solo se si possiede una copia fisica del gioco. E se quel gioco è introvabile o costa un’occhio dalla testa? Ne vale davvero la pena? Basta ricordare il Mame (acronimo di Multiple Arcade Machine Emulator), altro non è che un emulatore universale degli infiniti cabinati da sala giochi, il suo scopo, assieme ad altri emulatori è quello di mantenere in vita i giochi di ere precedenti, senza scopo di lucro! Quindi emulare non è reato se nessuno ci lucra. (n.d.R. Da bravo redattore rispettoso della legge ritengo opportuno aggiungere che in ogni caso l’emulazione è legale SOLO ed UNICAMENTE qualora si possedesse il supporto fisico originale contenente il gioco. Sostanzialmente giocare con una rom è l’equivalente di avere una propria copia di backup da usare a fini personali per non rovinare il supporto originale)

Chiarito questo aspetto, non ci basta altro che reperire il nostro gioco e avviarlo con l’emulatore per scoprire le enormi differenze rispetto a quando ci giocavate su console! Ebbene si, oltre al tempo e ai “costi”, un’altro vantaggio è la buona esecuzione del gioco che può essere determinata da un miglior frame rate (frame per secondo o fps), una risoluzione delle texture e del gioco migliori, il tutto accompagnato dalla scelta di eventuali Filtri, Shaders e Antialiasing. Un paradiso non è vero? A patto però di possedere un PC più che decente e che non abbia solo la deprimente Intel Graphics (brividi).

Oggi, con il recente stop alla produzione di WiiU e PlayStation3 (pace all’anima loro) si sono affermati ancora di più i rispettivi emulatori: Cemu e RPCS3 (tutt’ora funzionanti con alcuni titoli, ma allo stesso tempo entrambi in uno stato di testing). Adesso anche la PC MASTER RACE può vantarsi di giocare titoli del calibro di Persona 5 e The Legend of Zelda: Breath of the Wild ad una qualità migliore (se hai uno SLI di 1080Ti).

In conclusione, chi vince tra emulatore e console? Sicuramente lo capirete.

 

L’articolo è finito, andate in pace. Ricordate di condividere ma SOPRATTUTTO commentare per farci sapere il vostro punto di vista! Vi invito a mantenere toni civili e rispettosi per avere discussioni formative per tutte le parti e contribuire a far parte della miglior community italiana incentrata sul mondo dei videogiochi!

 

Commenti

risposte