E’ passato più di un anno dallo sbarco sull’App Store di iOS e sul Play Store di Android di Pokémon GO, il primo gioco in realtà aumentata dedicato alle creature di Game Freak e che, nei primi mesi dall’uscita, è diventato un vero fenomeno mondiale. Oggi però la situazione è ben diversa: il numero di utenti costantemente attivi è calato drasticamente e parte di questa flessione è sicuramente dovuta ad uno sviluppo lento da parte di Niantic, che in dodici mesi è riuscita solo ad ottimizzare l’app e ad aggiungere poche novità, come i recenti raid.

pokemon go

Le funzioni più attese sono sempre state la possibilità di poter lottare e scambiare Pokémon con gli altri allenatori, in modo da rendere il gioco più simile alle controparti per console, e a parlarne ufficialmente è finalmente lo stesso CEO di The Pokémon Company, Tsunekazu Ishikara, ad un’intervista a Bloomberg:

In realtà nel gioco abbiamo introdotto solo il 10% di quello che The Pokémon Company e Niantic stanno cercando di fare. Per andare avanti dovremo includere esperienze fondamentali come il lo scambio di Pokémon, le battaglie peer-to-peer e altre possibilità.

Non è una novità e non è la prima volta che ne sentiamo parlare, ma mai ufficialmente si erano menzionate queste due attesissime funzionalità per Pokémon GO; che la svolta stia finalmente arrivando? Ma soprattutto, ormai basteranno queste aggiunte per far tornare vivo l’interesse per il gioco di Niantic?

Commenti

risposte