Siamo soli nell’universo? Cosa c’è dopo la morte? Che fine avrà fatto Banderas dopo aver lasciato il Mulino? Ma soprattutto, cosa sono a cosa servivano i due buchi sulle cartucce del Famicom, edizione “originale” e giapponese del nostro NES?

Domande alla quale è difficile trovare una risposta, ma fortunatamente Nintendo è corsa in nostro aiuto per rispondere all’ultima di queste, cosa che sicuramente migliorerà la nostra giornata, per non dire tutta la vita da videogiocatore. Sebbene siano sostanzialmente la stessa console, il Famicom e il NES differivano in quanto a design e le stesse cartucce erano molto diverse: quelle giapponesi infatti avevano due buchi nella parte superiore e nessuno ha mai capito quale fosse il motivo.

Famicom

Ebbene, grazie al sito giapponese Afternoon News ecco svelato il mistero, direttamente da un’intervista rilasciata al portale da Nintendo:

Afternoon News: Credo che ci siano dei fori sulla parte superiore delle cartucce. Sapete dirci il perché?

Nintendo: Sì, per essere onesti, erano solo una parte del progetto.

AN: Um, quindi sono solo buchi che facevano parte dell’assemblaggio?

N: È corretto. Sono solo una parte del design della cartuccia.

Un epilogo che sicuramente non ci aspettavamo, una storia che speravamo avesse un finale migliore, ma almeno ora possiamo vantarci di sapere la verità: i buchi sulle cartucce del Famicon sono solo frutto del design e dell’assemblaggio.

Commenti

risposte