Questo Blizzcon 2017 ci ha regalato un sacco di belle notizie per praticamente tutti i prodotti Blizzard ma sono mancati all’appello due titoli che erano in realtà molto attesi: Warcraft III e Diablo con le loro versioni Remastered.

Come sicuramente saprete, tempo fa la Blizzard aveva messo degli annunci di lavoro riguardanti proprio questi due grandi classici e quindi, in cuor nostro, ci aspettavamo qualche annuncio bomba durante l’ultimo Blizzcon, come da poco è accaduto per Starcraft.

Invece siamo rimasto un pò delusi ma almeno c’è un perché ben preciso.

La Blizzard tende a lavorare molto suoi suoi titoli, e questo anche a grande distanza dalla loro data di lancio (siamo oltre i 15 anni).

PC GamesN, parlando con Peter Stilwell, un produttore di Blizzard che opera nel campo dei “Classic Games“, ha chiarito un pò la posizione della software house al riguardo.

Starcraft era pronto, Diablo e Warcraft no!

Starcraft è stato possibile rimodernarlo perchè il suo gameplay e bilanciamento erano ritenuti praticamente perfetti e quindi non c’erano problemi nel proporre la sua versione Remastered, mentre il team di sviluppo non crede che Warcraft III e Diablo 2 siano allo stesso punto.

Per quanto riguarda Warcraft III i problemi evidenziati sono sostanzialmente 2: il primo è dovuto alle mappe, in cui alcune vengono costantemente rifiutate dai giocatori. Il secondo riguarda la mono-build ad oggi realmente efficace per i Non-Morti. Infatti la comunity si è espressa chiedendo ancora cambiamenti al gioco, che al momento sono al vaglio, visto il PTR ancora attivo.

Per Diablo 2 invece il problema reale sono gli hackers che infestano le Leaderboards. Il gioco non presenta grossi problemi, d’altronde se a distanza di 17 anni dalla sua uscita così tanta gente ci gioca ancora un motivo ci deve essere, ma Stillwell ha detto che vogliono lavorare su questo problema per dare la possibilità a chi gioca legittimamente di occupare le prime posizioni di queste classifiche e non sentirsi l’esperienza rovinata da gente che usa hack engine o chissà quali altri cheat per avvantaggiarsi.

Fino a quando questo problema non sarà affrontato e risolto, non ha senso per Blizzard rimasterizzare Diablo 2.

Scuse o realtà? Considerando quanto avrebbe da guadagnare con eventuali remastered opto per la seconda opzione, sperando che il team dedicato risolva ben presto i problemi evidenziati, perchè, almeno personalmente, ho una gran voglia di tornare a giocare a Diablo 2. 

 

Commenti

risposte