Mentre impazza la controversia sulle loot boxes, Valve continua a lavorare sullo sfondo, e a macinare risultati da far girare la testa. Sull’onda delle offerte del Black Friday, e con l’inizio dei saldi autunnali, Steam è stato letteralmente preso d’assalto. Sabato 25 novembre, ben diciassette milioni di utenti si sono connessi nell’arco di 24h, a caccia di offerte e sconti o semplicemente per giocare.

Il picco, assieme a molti altri dati, è verificabile qui. Degli utenti che si sono connessi sabato, ben 6,8 milioni l’hanno fatto per giocare – e di questi, ben 2,9 milioni l’hanno fatto specificamente per giocare a Playerunknown’s Battlegrounds. Avete capito bene: sulla più grande piattaforma digitale di distribuzione di videogiochi, il sabato dopo il Black Friday, un singolo gioco ha ottenuto quasi la metà dello share dei giocatori attivi. E questo senza che PUBG sia ancora arrivato in Cina. Il risultato ha dell’incredibile

 

Steam ha avuto una settimana impegnativa.

Di questo passo, dove arriveranno Valve e Steam? E che dire di Playerunknown’s Battlegrounds, il cui successo ha causato un’improvvisa febbre per i battle royale? Qualunque cosa si possa dire dello stato attuale del settore gaming, di certo l’imprevedibilità non manca mai.

Commenti

risposte