Destiny 2 è al centro di una trafila di controversie da un po’ di tempo ormai. In particolare, il caso del sistema di XP truccato aveva già minato la credibilità di Bungie presso la comunità, ma le cose sono peggiorate con l’arrivo dell’evento Bungie di natale: The Dawning.

Bungie aveva presentato The Dawning come un evento pittoresco e celebrativo in occasione del Natale. La realtà è ben diversa: al momento The Dawning è sostanzialmente un grande casinò delle microtransazioni, in cui i giocatori possono avere un breve assaggio di contenuto che è acquisibile unicamente con le valute del gioco, silver e dust. Gli eventi gratuiti del primo Destiny pre-Eververse sono un lontano ricordo, ma stavolta la reazione dei giocatori al lancio di The Dawning è stata molto chiara.

Quasi ogni singolo thread sui forum ufficiali di Bungie è una richiesta di rimuovere l’Eververse. Resta da vedere come reagirà Bungie, che al momento si è limitata ad una timida risposta su Twitter, in cui dichiara di ascoltare il feedback dei fan su The Dawning e non solo, e di voler intavolare una discussione fra dev sulle possibilità per il futuro del gioco. Sembra improbabile che un’affermazione simile possa placare i giocatori insoddisfatti, e se il problema non sarà rientrato da solo in tempi ragionevolmente brevi, è possibile che Bungie debba adottare soluzioni simili a quelle implementate da EA per Star Wars: Battleground II.

Commenti

risposte