Oggi 15 febbraio, dopo i bagordi di quegli appiccicosi e stucchevoli fidanzati, si festeggia la festa dei single e perciò in redazione di PDVG ci siamo chiesti quali fossero i migliori titoli da giocare da soli.

Ovviamente, in onore del grande capo Fraws, non abbiamo potuto fare a meno di pensare alle nostre adorate waifu (purtroppo per le nostre lettrici ci dispiace dire che forse non vedrete neanche un husbando) che ci hanno accompagnato nella nostra vita di videogiocatori incalliti.

All’interno della redazione ognuno di noi ha scelto un titolo che, per un motivo o per un altro, potremmo giocare molto volentieri in un giorno come questo e quindi, che si dia inizio alle danze!

NIER: AUTOMATA – GIUSEPPE “SIRAL” DE LUCA

In realtà la mia prima scelta non era stata questa, ma il titolo che mi è balzato subito in mente era stato già preso da Fraws (potete scoprire sul suo canale tra qualche giorno di che stiamo parlando) e quindi ho dovuto cedere il passo e ripiegare su altro

Nier: Automata rappresenta il connubio perfetto tra gioco di grandissimo spessore e un personaggio femminile da far strabuzzare gli occhi.

D’altro canto gli stessi sviluppatori hanno strizzato l’occhio al fanservice con quel famosissimo trofeo nascosto che TUTTI i possessori di Nier: Automata hanno sicuramente ottenuto (penso che sia il primo caso di trofeo raccolto dal 100% degli utenti in possesso di una copia del gioco).

Ehi, dove guardi?

Personalmente ho avuto un’infatuazione per un personaggio non esistente così forte solo con Nadia del Mistero della Pietra Azzurra, ma lì avevo neanche 10 anni…

Fatevi un piacere, se non avete giocato a Nier: Automata, correte subito ai ripari e rimediate immediatamente (tanto ora si troverà fortemente scontato).

PLAYBOY- THE MANSION – DAMIANO PACIULLO

Il sogno di qualsiasi uomo, soprattutto in un giorno come questo. Andate coppiette, andate, amoreggiate pure, noi ci divertiamo con le playmate in una casa da sogno nei panni di un immortale (idealmente) Hugh Hefner da giovane.

Biondona vintage.

Sulla falsariga di The Sims, un gioco in cui l’obiettivo è quello di accogliere nella propria lussuosa villa le più belle ragazze del mondo, accudirle (potete immaginare come) e fare in modo che la più in forma e bella possa essere fotografata per apparire sulla copertina del numero mensile di Playboy.
Un gioco sicuramente non memorabile ma che, a suo tempo, mi divertì parecchio nel farmi sognare quelle bellissime donnine formose con cui potevo divertimi in qualsiasi modo, dall’andare in palestra, al bere qualcosa, al vedere il telegiornale (chi non lo farebbe?) fino al testare la resistenza del nuovo letto acquistato grazie ai milioni fatti con la “ragazza del mese” precedente.
Insomma, se non avete una ragazza perché deprimersi? C’è una villa ricca di ragazze pronte a cadere ai vostri piedi, e quando vi sarete stufati vi basterà spegnere il PC.

GIOCHI A CUI GIOCARE CON UNA MANO SOLA – FRANCESCO LAPARELLI

A cosa stavate pensando? Hentai!

Parliamo di mobile game. Vabbè che è il pezzo sui single ma non siamo mica così osceni…

Hentai? Ma no, noi siamo persone SOBRIE

Da un po’ di mesi a questa parte sono caduto nella spirale distruttiva dei giochi freemium su mobile. Devo ammettere di essere rimasto piacevolmente colpito da Fate/Grand Order, serie che seguo con molto interesse da diversi anni (grazie a Fate/Zero). Per quanti non lo sapessero, Fate è una saga che vede come protagonisti alcuni maghi che evocano eroi da ogni epoca ed epica per menarsi e vincere il Santo Graal, un artefatto magico in grado di esaudire ogni desiderio.

Il gameplay, sebbene semplice, si rivela decisamente interessante e diverse quest sono particolarmente impegnative. Il gioco è una presenza immancabile in questo giorno dedicato ai più infelici, visto che presenta un cast di waifu non da poco. Sebbene i gender swap siano a mio parere di pessimo gusto, e poco rispettosi nei confronti delle figure storiche e mitologiche interessate, aprono alla possibilità di venire incontro ai più svariati gusti: Jack the Ripper loli, Re Artù biondina, Attila skinny ecc…

BAYONETTA- ELENA EUGENI

Lo stylish hack’n slash con la bruna strega è uno dei giochi più sexy esistenti. Al contempo, ha un ottimo gameplay e punta i riflettori su un personaggio femminile forte ed indipendente: Bayonetta fa quello che le pare, tanto chi può contraddirla?

 

La posizione perfetta per premere il grilletto

Con l’arrivo della bella Cereza su Nintendo Switch, potreste cogliere l’occasione per giocare con lei ( o ri-giocare con lei) e godervi tutte le sue mosse migliori. Non c’è niente di meglio di un gioco con personaggi intriganti (anche Rodin come controparte maschile non si butta via..) e con tanta sostanza oltre all’apparenza. E se siete particolarmente perversi, come me, potete anche godervi i numerosi costumi aggiunti. Bayonetta Peach con le mutandine in piena vista? Fatto. Bayonetta vestita da scolaretta giapponese? Fatto. Divertitevi con la strega, ma attenti a non contraddirla troppo: picchia forte e sa fare a pezzi chi non le va a genio

Ovviamente tutti questi titoli possono essere apprezzati ogni giorno, da single, accoppiati ed in qualsiasi situazione. Non c’è niente di male ad apprezzare le nostre waifu, ma abbiamo scelto la (infame) festa dei single per celebrare le rare occasioni in cui al charme femminile si fonde il buon gameplay.

E voi? Che giochi ritenete perfetti per essere inclusi in questa categoria?

 

Commenti

risposte