Parliamo spesso del “problema” delle microtransazioni, di come queste debbano essere in qualche modo regolamentate per evitare che i giocatori, in preda alla frenesia, non riescano a controllarsi spendendo quindi cifre assurde, proprio come accade con il gioco d’azzardo.

Questo è proprio ciò che è successo ad un uomo giapponese che, giocando al free-to-play di Sony Fate/Grand Order, ne è rimasto così ossessionato da arrivare a spendere ben 70.000 dollari in acquisti in-app, come riportato dal servizio del The Wall Street Journal.

Il 31enne giapponese si chiama Daigo e con il tempo ha sviluppato una vera e propria dipendenza, preferendo giocare interrottamente per ore piuttosto che pensare ai bisogni fisiologici come il dormire. The Wall Street Journal fa notare che Fate/Grand Order è il gioco Sony che ha prodotto in assoluto più ricavi e per questo il giornale ha contattato la stessa azienda giapponese per sapere cosa ne pensasse di questa storia, ma al momento Sony non ha voluto commentare.

Una situazione delicata, che forse andrebbe presa più seriamente vista l’enorme diffusione dei titoli free-to-play e la crescita dei ricavi da questi ultimi.

Commenti

risposte