Probabilmente era scontato, ma i malumori che le voci hanno cominciato a suscitare in vari utenti hanno portato Digital Foundry ad analizzare DOOM dopo aver applicato la patch su Xbox One X e PlayStation 4 Pro che permette di giocare al titolo in 4K, poiché sembrava che quest’ultima facesse sì aumentare la risoluzione, ma anche diminuire la fluidità.

La cosa è stata confermata: il sistema della risoluzione dinamica non funziona in maniera aggressiva durante le fasi più concitate, portando dunque ad un calo di una decina di frame per secondo sia sulla console Microsoft che quella Sony, con una risoluzione reale di 2160p su Xbox One X e 1440p su PlayStation 4 Pro.

Non una tragedia, visto che parliamo di circa 50fps attuali contro i 60 originali, ma non bisognerebbe nemmeno stupirsi più di tanto: un aumento di risoluzione porta ad un conseguente calo degli fps (come sui PC), mentre un aumento di questi porta ad un “peggioramento” della definizione.

Commenti

risposte