La Paradox Interactive, sviluppatore di giochi di strategia e simulazione per PC, tra i quali Cities: Skylines, amatissimo dal nostro Fraws, sta spostando la sua attenzione verso il mondo dei giochi da tavolo.

Al PDXCon infatti hanno annunciato di star lavorando con famosi designer di giochi da tavolo per trasferire l’esperienza dei loro giochi in versione fisiche, con l’idea di mantenere integri temi e meccaniche dei loro titoli.

Il primo gioco da tavolo a vedere la luce sarà Crusader Kings, simulazione medioevale che vede i giocatori impegnati ad espandere il proprio regno mentre si barcamenano tra vari casini personali, come tentativi di assassinio o il cercare di crescere un erede.

 

Il gioco è attualmente sulla piattaforma di crowdfunding Kickstarter dove ha ampiamente superato il suo obiettivo iniziale di 48.000 euro.

A seguire dovrebbe esserci proprio Cities: Skylines. Il gioco di gestione cittadina avrà a disposizione una mappa modulare e sarà un cooperativo competitivo, dove i giocatori costruiranno edifici per creare una città insieme, mentre nel frattempo accumuleranno punti per la vittoria finale.

Se la lunghezza di una partita di Crusader Kings si attesterà sulle 2-3 ore, Cities: Skylines dovrebbe essere molto più breve, assestandosi sull’ora di gioco circa.

Gli altri due titoli della Paradox che saranno “convertiti” in gioco da tavolo saranno Europa Universalis e Hearts of Iron.

Piccola particolarità: per Europa Universalis è un gradito ritorno nel mondo dei giochi da tavolo, visto che il videogioco stesso era basato su un boardagame del 1993 creato da Philippe Thibaut.

 

 

Commenti

risposte