Da qualche giorno è disponibile Agony, survival horror che ha fatto parlare molto di sé per i contenuti davvero crudi, violenti e privi di alcun freno.

Eppure, in realtà, il gioco sarebbe dovuto essere ancor più senza pietà, tant’è vero che gli sviluppatori si son visti costretti ad eliminare alcune scene: avremmo dovuto infatti avere sequenze di stupri, torture e addirittura uccisioni di feti.

Lo studio Madmind aveva fin da subito promesso che avrebbe in seguito pubblicato una patch per reintrodurre queste scene, ma alla fine per non ricorrere in problemi legali non è stato possibile; per i più curiosi comunque è stato alla fine pubblicato un video che le raccoglie tutte e quindi, nel caso vogliate vederle, potete farlo nel filmato sottostante.

https://vimeo.com/272797863

Il video era stato inizialmente pubblicato su YouTube ma, per le restringenti norme del portale, alla fine è stato cancellato. Invitiamo dunque a vedere il video solo se non siete facilmente impressionabili e, soprattutto, ne sconsigliamo la visione ai minorenni.

Commenti

risposte