Sembrano essere finiti i tempi in cui, per acquistare un videogioco, ci si doveva recare “obbligatoriamente” da negozi specializzati come GameStop. Tra l’avvento del digitale e dell’eCommerce (soprattutto Amazon), la nota catena texana ha in questi anni dovuto rivedere più volte le proprie strategie di marketing e vendita, ma sembra sia arrivata ad un punto di non ritorno.

Dopo alcune voci riportate da Reuters, è ora arrivata infatti la conferma ufficiale della vendita di GameStop, che starebbe inoltre già in trattativa con il fondo americano di “private equity” Sycamore Partners.

Non è servito dunque puntare sull’usato e allargare il proprio mercato anche a prodotti diversi dai videogiochi, come action figures ed abbigliamento a tema, per evitare la vendita della società: solo negli ultimi dodici mesi si è infatti registrato un calo di circa il 30% del valore delle azioni.

Al momento GameStop non ha diramato ulteriori informazioni o commentato la cosa, vedremo in futuro quale sarà il destino della catena di videogiochi più famosa al mondo.

Commenti

risposte