Fallout 76, il nuovo titolo della saga che però prenderà le distanze da ciò che eravamo abituati fino ad ora, sta già facendo parlare molto di sé proprio per alcuni malumori dai fan più accaniti della serie.

Probabilmente questi malcontenti non finiranno ma, anzi, verranno alimentati da alcune dichiarazioni fatte dal game director Todd Howard durante il Gamelab di Barcellona: proprio per la sua natura multiplayer e diversa rispetto a quanto il team di sviluppo era solito fare con i vecchi capitoli della saga, molto probabilmente il gioco non sarà perfetto al lancio e occorrerà del tempo prima che tutti i problemi di “gioventù” vengano risolti:

Lavoreremo con i nostri tempi, abbiamo un certo ritmo in mente, vediamo se funzionerà. Sappiamo quali sono le nostre priorità. Siamo spaventati. Pensiamo ad altri sviluppatori che hanno sempre fatto giochi multiplayer online ed hanno anche loro avuto problemi, quindi non siamo così ingenui da pensare che sarà tutto perfetto fin dall’inizio.

Se tutto funzionerà perfettamente sin dal lancio, e non penso proprio sarà questo il caso, allora potremo realizzare molti contenuti, ma noi sappiamo quali sono le nostre priorità.

Bethesda dunque si impegnerà al massimo per rendere Fallout 76 il più godibile possibile sin dal lancio, ma non promette che non ci saranno problemi. Tanta sincerità o è mettere le mani avanti?

Commenti

risposte