Per quanto possiamo lamentarci di come le cose non vadano sempre come vorremmo, bisogna pur sempre ritenersi fortunati, visto che nel mondo c’è gente che vive in situazioni precarie. Fortunatamente esistono molti enti che aiutano queste persone, alcuni di questi lavorando solo grazie alle donazioni di gente volenterosa, le cosiddette Organizzazioni No Profit.

Purtroppo, per un motivo o per un altro, non tutti possono fare donazioni, ma grazie ad un’idea tutta italiana partita dal fondatore Nicolò Santin, potremo unire la nostra passione quotidiana al fare del bene; il tutto grazie a Ofree.

Ofree, attualmente in fase beta, permette infatti di giocare alcuni semplici giochi e ogni sessione, raggiunti determinati punteggi o traguardi, offre delle monete, proprio come siamo abituati con i free-to-play che tempestano i nostri smartphone. In questo caso, però, le monete non serviranno per fare acquisti in-app, ma saranno destinate ad un’ONP scelta da noi che, tramite la conversione in denaro vero, riceverà le nostre donazioni.

Come funziona Ofree, e come permette di fare una cosa del genere? Ecco spiegato come avviene il tutto attraverso un video:

Detto in parole povere, alcune aziende pagano per poter inserire il proprio gioco sulla piattaforma, soldi che vengono convertiti in monete virtuali. I giocatori, accumulando queste monete e donandole, permettono nuovamente la conversione in denaro vero (destinato alle ONP) dando però allo stesso tempo visibilità e facendo “guadagnare” reputazione all’azienda.

Insomma, un’idea semplice che però permette a tutti di guadagnarci qualcosa: ai giocatori divertimento e consapevolezza di fare una buona azione senza spendere un centesimo, alle aziende visibilità e “punti” Corporate Social Responsibility (CSR)

Ofree è disponibile in versione beta sul sito ufficiale che potete raggiungere cliccando qui; speriamo in un grande successo per un mondo più divertente e migliore!

Commenti

risposte