Non è una novità che la personalizzazione sia un fattore importante in Cyberpunk 2077, e il recente walkthrough di anteprima ne ha dato conferma. Questa personalizzazione si estende oltre la possibilità di dotare il personaggio di protesi bioniche o di controllarne le azioni: nel nuovo titolo di CD Projekt Red infatti sarà possibile esercitare un controllo granulare sulle classi a cui apparterrà il personaggio.

Innanzitutto, le classi predefinite non saranno quelle tradizionali in un RPG di questo tipo, ma saranno basate effettivamente sulle peculiarità dell’ambientazione, proprio come nel gioco da tavolo. Sarà quindi possibile essere un giornalista, una rock star o un manager di carriera. Le novità però non finiscono qui: in Cyberpunk 2077 non sarà necessario infatti scegliere una classe all’inizio del gioco, e non saremo costretti ad adottare una di quelle predefinite mentre progrediamo. Sarà invece possibile accumulare col tempo abilità di vario tipo, anche appartenenti a classi molto diverse, combinandole in classi emergenti ogni volta diverse.

Ciò detto, va sottolineato che i quarantotto minuti di gameplay di Cyberpunk 2077, per quanto straordinari, non danno ancora una visione d’insieme dell’aspetto che avrà il sistema delle classi una volta sviluppato. Quel che abbiamo visto finora sembra promettere bene, ma potremo esserne certi solo quando il titolo sarà ultimato e pubblicato.

Al momento non vi è una data ufficiale di lancio per Cyberpunk 2077, che arriverà su PC, PS4 ed Xbox One.

 

Commenti

risposte