Più volte il tema della pornografia è stato trattato in ambito videoludico, soprattutto su Steam, dove in ogni caso i giochi senza censura non sono mai stati accettati. Con Negligee: Love Stories c’è stata la svolta epocale. La visual novel giapponese, con contenuti pornografici espliciti, è stata infatti approvata e pubblicata sulla nota piattaforma, il che potrebbe quindi segnare un’apertura da parte di Valve.

La cosa curiosa è che la pubblicazione, in realtà, è comunque stata proibita in alcuni Paesi del mondo, tra cui lo stesso Giappone oltre alla Russia, l’Ucraina e la Germania.

Ovviamente i giocatori dei Paesi sopra citati non sono stati con le mani in mano (emmh…) e hanno cominciato a protestare animosamente, ma Dharker Studios ha già spiegato più volte di non poter fare davvero nulla senza andare incontro a violazioni di legge.

Buon per noi italiani, chissà se in futuro vedremo anche altri giochi legati alla pornografia, magari non solo visual novel come Negligee: Love Stories.

Commenti

risposte