Civilization VI, il più recente capitolo nel popolare franchise strategico a firma Firaxis, continua a far parlare di sé. Dopo un’espansione su altre piattaforme, il gioco è tornato a un più convenzionale ampliamento di contenuti: Firaxis ha infatti annunciato la seconda espansione per Civilization VI, intitolata Gathering Storm.

Come suggerisce il nome, Gathering Storm sarà principalmente incentrata sul clima: l’espansione introdurrà una serie di condizioni ed eventi legati all’ecosistema, come calamità naturali di vario genere, e in particolare, riscaldamento globale e cambiamenti climatici legati all’attività umana nel mondo del gioco. La buona notizia è che il giocatore avrà a disposizione nuove tecnologie e civics per combattere i cambiamenti climatici.

Gathering Storm non si limita a questo però: l’espansione introduce anche otto nuove civiltà, nove leader e diverse opzioni per trasporto e infrastrutture, come trafori nelle montagne, dighe e canali. L’espansione aggiunge anche nuove meraviglie, nuovi distretti, modifiche al sistema di spionaggio e tanto altro ancora. Fra i molti cambiamenti è bene segnalare l’arrivo di un equivalente dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite (chiamata World Congress in game) e la possibilità di ottenere una vittoria diplomatica. Infine, vengono introdotti due nuovi scenari storici, uno basato sul Piano Schlieffen con cui la Germania invase il Belgio e la Francia settentrionale nel 1914, l’altro basato sulla Peste Nera.

Gathering Storm debutterà il 14 febbraio 2019.

Commenti

risposte