Abbiamo finalmente un data d’uscita per Kingdom Hearts III, capitolo atteso da più di dieci da tutto il mondo. Square Enix sta alimentando l’hype con diversi trailer che mostrano personaggi e ambientazioni del gioco, ma l’ultimo dedicato a Winnie the Pooh in Cina non deve esser piaciuto molto.

La software house giapponese ha infatti deciso di censurare il tenero orsetto, senza dare alcuna spiegazione ufficiale.

L’unica spiegazione che al momento il mondo del web si dà è che, nel 2015, il personaggio Disney fu mal visto dalla Cina per un meme che raffigurava il presidente cinese Xi Jinping, con Barack Obama nel ruolo di Tigro. Un meme non offensivo in realtà, ma che all’epoca fece scalpore e che fu subito rimosso da tutti i social network cinesi.

Chissà cosa succederà nel gioco finale; di certo non possiamo aspettarci una censura così “amatoriale” nel videogioco, ma la curiosità sull’accoglienza di Kingdom Hearts III in Cina ora è davvero tanta.

Commenti

risposte