Malgrado la crescente competizione da parte di titoli come Apex Legends, Fortnite continua ad essere un gigante nel panorama videoludico odierno, e il suo successo fa gola. Probabilmente a questo pensavano gli organizzatori del Fortnite Live Festival a Norwich, quando hanno deciso di adoperare il nome, il logo e i personaggi del gioco per dare credibilità al proprio evento. Tuttavia, gli organizzatori di Exciting Events hanno fatto male i conti: erano sprovvisti di qualsiasi licenza o permesso da parte di Epic Games per associare il proprio evento a Fortnite, e come se questo non bastasse, il festival è stato un disastro.

Le famiglie che si sono presentate alla periferia di Norwich per godersi il festival sono state costrette ad aspettare in fila per ore al freddo – non a causa di un’affluenza particolarmente elevata, ma per la mancanza di staff sufficiente ad accoglierli tutti. Le attrazioni (giostre di scarsa qualità, quattro kart e altre amenità imbarazzanti) non avevano nulla a che fare con Fortnite, se non per l’uso abbondante del logo e nome del gioco. L’unica parte del festival ad avere un legame effettivo con il gioco era un’area al chiuso in cui era possibile giocare a Fortnite – ma che richiedeva l’acquisto di un biglietto ulteriore, malgrado il prezzo già pagato all’ingresso (dodici sterline per un biglietto normale, venti per un biglietto di accesso illimitato).

Gli organizzatori hanno reso immediatamente disponibili i rimborsi dei biglietti per le famiglie richiedenti, e hanno fatto sapere che intendono trasformare il festival in un appuntamento annuale. Nel frattempo, tuttavia, la pagina Facebook dell’evento è stata chiusa, ed Epic Games ha fatto sapere di aver mobilitato gli avvocati.

Commenti

risposte