Le case intelligenti, pronte ad aiutarci nel soddisfare ogni nostra necessità, ci sembrano ancora pura fantascienza. Nonostante negli ultimi decenni la tecnologia abbia fatto passi da gigante, superando ogni aspettativa e sogno lontano delle generazioni precedenti, ancora pochi di noi hanno upgradato la propria abitazione.

Eppure, sembra perfettamente sensato farlo: cerchiamo la tecnologia migliore e più avanzata per i nostri telefoni, i nostri PC e le nostre auto, perciò dovremmo desiderare lo stesso livello qualitativo per le nostre case. Il mio primo passo verso tale direzione è stato circondarmi di robottini in grado di pulire, semplificandomi la vita e venendo incontro alla mia pigrizia. Ma si può fare molto meglio: il luogo che ci ospita quotidianamente può in effetti venire incontro alle nostre esigenze più di quanto pensiamo e, molto probabilmente, non tenterà di ucciderci come nell’episodio a tema dei Simpson.


Non è solo una questione di arricchire il domicilio di oggetti ad alta tecnologia, quanto il riuscire a farli interagire tra loro, rendendo semplice la comunicazione e l’utilizzo. In effetti, è proprio la paura che tali sistemi siano
troppo complessi a frenare molti di noi, ma una vera Smart Home è davvero facile da comprendere ed utilizzare. È in arrivo IoTIM, una nuova app di TIM pensata proprio per occuparsi di questa coordinazione, basata sul principio
dell’Internet delle cose. Ogni oggetto può diventare “intelligente” e salire di livello, essendo così in grado di comunicare con noi e con gli altri suoi colleghi in casa. Così, ad esempio, possiamo connettere un sistema di
illuminazione Philips Hue e regolare la luce in ogni stanza dal nostro smartphone per ottenere un bell’effetto scenico. Oppure si può decidere di controllare la temperatura a nostro piacimento con un termostato Nest
Learning Thermostat, che è in grado di imparare le nostre preferenze per le varie stanze ed i nostri orari, facendoci trovare il calduccio al rientro dal lavoro. I salutisti invece possono collegare al sistema la Bilancia Bluetooth HS5 o il Misuratore di pressione BP5 feel, per tenere sotto controllo la forma fisica propria e magari quella dei familiari più anziani. Esistono anche eccellenti sistemi per proteggere casa integrati nella app, come TIM Security, che include tra l’altro una telecamera Wifi, sensori di movimento e di apertura di porte e finestre. Per chi vive da solo è un’interessante possibilità di implementare la sicurezza senza ricorrere a strumenti obsoleti o costosi.

Da gamer però, ammettiamolo, quello che ci preme di più è altro: sistemi che migliorino l’intrattenimento e le potenzialità delle nostre macchine da gioco o della multimedialità. E ci sono, non dubitate. Il Decoder TIM Box consente ad esempio di gestire, anche dalla TV, tutti gli smart device di casa insieme, semplificandoci la vita non poco. Se volete rendere la vostra casa all’altezza della vostra passione tecnologica, i tempi sono maturi. Non parliamo più di sistemi complicati e improponibili, bensì di un insieme di oggettini intelligenti e di design, coordinati tra loro ed utilizzabili semplicemente da smartphone con IoTIM: possiamo sentirci a casa come su una nave spaziale.

Commenti

risposte