Davvero incredibile quanto scoperto da alcuni utenti su Reddit. Sembrerebbe infatti che in Anthem cercare di ottenere armi migliori sia del tutto inutile, dato che l’arma più forte del gioco è l’arma iniziale.

L’utente YeetLordSupreme stava effettuando alcuni test con diverse armi e componenti che forniscono potenziamenti al danno, quando è incappato in qualcosa di strano: il fucile automatico di livello 1, con vari boost al danno, impiegava quattro colpi per uccidere un nemico base, mentre il fucile automatico di livello 45 sei colpi con gli stessi boost. Eppure, i numeri sopra i nemici che riportavano i danni inflitti mostravano risultati ben diversi, ossia 286 danni per il fucile di livello 1 e 1184 per il fucile di livello 45. Com’è possibile questo?
Il ragazzo, dopo aver fatto notare la cosa, ha attirato l’attenzione di diversi curiosi che hanno confermato la sua teoria, effettuando altri test con altre armi e in altre circostanze. Il risultato è sempre il solito ed è inequivocabile: l’arma iniziale, se potenziata, è la più forte del gioco. Non solo, questo significa anche che i numeri indicanti i danni sopra i nemici sono incorretti e non riportano i danni effettivi dell’arma utilizzata. Qui sotto potete vedere uno dei test effettuati con un’arma di livello 47, dove è palesemente riscontrabile quanto sopracitato:

 

Un’altra pesante tegola per il nuovo gioco di Bioware: la casa produttrice infatti, quando è venuta a conoscenza di questo bug, ha fatto sapere sempre su Reddit, che indagherà sulla questione e che il gioco, ovviamente, non funziona come previsto. Il problema sembra dovuto al sistema di scaling delle armi, pensato per fare in modo tale che anche giocatori di basso livello possano giocare con quelli di alto livello, affrontando serenamente nemici più forti.
Non sembra davvero esserci pace per Anthem, al quale auguriamo di risolvere al più presto uno dei bug più sensazionali degli ultimi anni.

Commenti

risposte