Qualche giorno fa Valve ha annunciato il licenziamento di circa tredici persone. Di conseguenza iniziarono a girare voci su chi fossero i licenziati e dove lavorassero e l’opinione comune era che Valve stava ridimensionando i team dedicati agli hardware, come Steam Link. Sembra però che i licenziamenti abbiano coinvolto il team di Artifact, il gioco di carte di Valve.

Artibuff, un sito di fan di Artifact, ha contattato Richard Garfield dopo i sospetti. Ricordiamo che Garfield è il creatore di Magic: The Gathering, Netrunner, Battletech e altri giochi e chiamare lui per la creazione di Artifact è stato un pezzo cruciale del marketing di Valve. Ha confermato di essere stato licenziato anche lui. Ecco le sue parole:

Non siamo rimasti sorpresi dal licenziamento considerando quanto sia stato duro il lancio, la squadra era entusiasta del gioco ed eravamo sicuri che avessero un buon prodotto ma è diventato chiaro che non sarebbe stato facile portare il gioco dove volevamo.

Garfield sembra piuttosto ottimista riguardo al futuro e apparentemente si è addirittura offerto volontario per continuare a consigliare la squadra, come una sorta di consulenza esterna gratuita.

Artifact di certo non ha avuto il successo sperato da Valve. Raramente ha superato i 100 giocatori contemporanei su Steam. Al momento, il gioco ha 74 spettatori su Twitch, rispetto ai 18.000 di Hearthstone.

Commenti

risposte