Poco più di una settimana fa è stato il secondo anniversario dell’uscita di Horizon Zero Dawn, l’acclamata esclusiva PS4 di Guerrilla Games. Il titolo open world si è da subito affermato come uno dei più iconici della console ammiraglia Sony, soprattutto grazie al particolare concept dei nemici: temibili macchine dalle sembianze animali, che riuscivano a far sentire il giocatore costantemente minacciato. Ma proprio in occasione di questa ricorrenza, è emerso un post che mostra i tanto temuti robot da un diverso punto di vista:

Horizon Zero Dawn prototipi

Non sembrano più poi così minacciose, non trovate? Su Playstation Blog Herman Hulst, managing director di Guerrilla Games, ha infatti condiviso alcune informazioni e immagini sulle fasi di sviluppo del gioco, proprio per celebrare i due anni del titolo. E tra i tanti retroscena, saltano subito all’occhio i prototipi delle aggressive creature:  nel loro stato iniziale sembrano dei giganteschi blocchi colorati, degni dei migliori prodotti Lego.

Horizon Zero Dawn prototipi

Peccato non sia possibile affrontarli in questo stato, dal momento che smontarli pezzo per pezzo sarebbe stato sicuramente divertente. Altra cosa interessante all’interno dell’immagine è l’assenza di Aloy, rimpiazzata da un anonimo soldato di Killzone 3: al tempo infatti il team non aveva una chiara idea di quale sarebbe dovuto essere l’aspetto della protagonista, ispirato infine al viso dell’attrice Hannah Hoekstra. E’ sempre affascinante vedere come i nostri titoli preferiti sono realizzati, e spesso, come in questo caso, i dietro le quinte regalano curiosità davvero bizzarre. Speriamo solo che i nostri giocattoli decidano di non ribellarsi.

Commenti

risposte