Halo Infinite sembra essere pronto a tornare durante l’E3 2019 ma potrebbe essere un tipo di gioco molto diverso da quanto immaginiamo. I commenti di Kiki Wolfkill a Fortune hanno aggiunto ulteriori motivi per ritenere che lo studio stia immaginando il titolo come un Game As Service. Ecco le sue parole:

Dobbiamo essere in grado di modificare rapidamente i contenuti. Non possiamo permetterci di aspettare tre anni per pubblicare un nuovo prodotto e i giochi a cui giocano i bambini cambiano ogni settimana.

Il riferimento a un ciclo di sviluppo triennale come obsoleto, abbinato al titolo stesso di Halo Infinite, sembrerebbe suggerire che Microsoft e 343 stiano pianificando qualcosa di diverso. Ciò avrebbe anche senso dato il riferimento ai titoli più giocati del momento come Fortnite, che rilascia periodicamente aggiornamenti contenenti nuove sfide, armi e oggetti.

Commenti

risposte