Un episodio spiacevole ha bloccato in Giappone le vendite di Judgment, spin-off della serie Yakuza. L’attore Pierre Taki, che nel gioco interpreta lo yakuza Kyohei Hamura, è stato arrestato per l’utilizzo di sostanze stupefacenti, nello specifico cocaina.

In Giappone vicende legate alla droga sono viste con occhio molto negativo, al punto che persino il possedimento di marijuana può comportare un arresto e la ghettizzazione da parte della società. Ecco perché SEGA è subito corsa ai ripari, fermando le vendite di Judgment su tutto il territorio per evitare forti ripercussioni mediatiche. Con molta probabilità, anche la futura distribuzione del gioco in occidente potrebbe subire una battuta d’arresto o una posticipazione. In passato un altro attore appartenente al cast di Yakuza 4 era stato arrestato per gli stessi motivi. In occasione della remaster del gioco si era quindi provveduto ad un recasting, cosa che potrebbe accadere anche per Judgment.

SEGA si trova sfortunatamente in una posizione scomoda, che gli costerà molti introiti per motivi slegati al mondo videoludico. Speriamo che la questione venga risolta, visto che finalmente la società nipponica si era occupata persino di tradurre i sottotitoli in italiano per l’uscita del gioco in occidente, cosa mai avvenuta per i capitoli precedenti di Yakuza. Perdere l’opportunità di poter giocare ad un altro grande action sarebbe un vero peccato.

Commenti

risposte