Qualche giorno fa è stata annunciata, a sorpresa, l’edizione fisica da collezione di Axiom Verge per Wii U, decisamente in ritardo rispetto a quanto prospettato inizialmente.

Una notizia sicuramente positiva per chi sin dal primo annuncio desiderava avere questa Collector sulla vecchia console Nintendo, eppure dietro il ritardo di questa pubblicazione ci sono motivi abbastanza seri, con una conclusione della vicenda alquanto triste.

Nel 2017, un anno dopo la release digitale di Axiom Verge sull’eShop di Wii U, Badland Games decise di pubblicare un’edizione da collezione limitata a 6000 copie i cui 75% dei ricavi sarebbero andati in dono allo sviluppatore del gioco, Thomas App, per pagare le cure del figlio malato.Purtroppo il publisher non riuscì a pubblicare questa edizione fisica in tempo, facendo slittare il tutto e vedendo un ulteriore ritardo anche quando il gioco non superò il controllo di qualità di Nintendo. Passati altri mesi Badland Games è stata chiusa, per riaprire poi come Badland Publishing, con la conseguenza di non essere più costretta a pagare alcuna cifra a Thomas App.

Lo sviluppatore di Axiom Verge, dunque, si troverà a dover affrontare le spese per il figlio malato senza gli aiuti promessi da Badland Games, ormai divenuta Badland Publishing.

Una situazione che fa tanta rabbia e che speriamo si risolva nel miglior modo possibile.

Commenti

risposte