L’ex gigante dei social media MySpace si è scusato con i suoi (pochi) utenti dopo che una migrazione del server ha provocato un’enorme perdita di dati.

Un messaggio è apparso sul sito dell’azienda avvisando gli utenti che “tutte le foto, i video e i file audio” caricati più di tre anni fa potrebbero non essere più disponibili. Per diversi mesi, gli utenti si sono lamentati del fatto che i link alle canzoni risultassero non funzionanti e ora, con una dichiarazione ufficiale, MySpace ha finalmente rivelato i motivi.

Come risultato di un progetto di migrazione di server, eventuali foto, video e file audio caricati più di tre anni fa potrebbero non essere più disponibili su MySpace. Ci scusiamo per l’inconveniente

L’ex CTO di Kickstarter, Andy Baio, ha spiegato via Twitter che la perdita di dati potrebbe ammontare a circa 50 milioni di brani. Baio ha anche sollevato dei sospetti sulla possibilità che la perdita di dati sia in realtà accidentale, scrivendo:

Sono molto scettico che si tratti di un incidente. L’incompetenza potrebbe essere una cattiva pubblicità, ma suona sempre meglio di “non possiamo essere disturbati dallo sforzo e dai costi di migrazione e hosting di 50 milioni di vecchi MP3”.

NewsCorp ha acquisito MySpace nel 2005 per 580 milioni di dollari ma ha poi venduto la società a Specific Media nel 2011 per 35 milioni di dollari. Pur non avendo più il numero di utenti dei tempi d’oro si tratta comunque di una enorme perdita.

Commenti

risposte