La community di Overwatch ha dimostrato sin da subito di poter diventare una delle peggiori di sempre. Blizzard, nel tentativo di mettere una pezza, l’estate scorsa intervenne con l’introduzione di un sistema che, oltre a punire i cattivi, permettesse di premiare il buon comportamento dei singoli utenti. Venne quindi data la possibilità ai giocatori di valutare il comportamento degli altri compagni di squadra. I risultati furono strabilianti: poche settimane dopo l’attivazione del sistema, il direttore di gioco Jeff Kaplan dichiarò che le chat abusive nelle partite ufficiali erano diminuite di oltre il 26 percento nelle Americhe e del 16 percento in Corea.

Oggi, a quasi un anno dall’introduzione del nuovo sistema, i dati forniscono un prospetto ancora migliore. La ricercatrice Natasha Miller ha infatti affermato che le partite di Overwatch contenenti comportamenti tossici sono diminuite del 40%. 

Giocate ad Overwatch? Avete percepito la differenza? Siete d’accordo con quanto raccontato dai dati e dalle percentuali?

Commenti

risposte