Uno spiacevole incidente che ha trovato una rapida soluzione ha colpito nelle ultime ore The Division 2. Sembra che al team di sviluppo del titolo di casa Ubisoft sia sfuggito ai controlli un artwork che conteneva al suo interno un insulto omofobo, finito quindi all’interno del gioco.

Si tratta di un’immagine di street art enorme sul fianco di un palazzo, raffigurante un poliziotto grasso intento a mangiare una ciambella. Sul suo distintivo è riportata la designazione “FA6607”, che potremmo italianizzare con un poco elegante “FR0C10”. L’artwork dovrebbe essere ispirato al singolo Police Story dei Black Flag, un gruppo punk americano. Essendo utilizzato come insulto verso un poliziotto, è evidente la connotazione negativa del termine. Ubisoft, accortasi dell’errore, è subito corsa ai ripari, rilasciando una patch che ha rimosso l’immagine dal gioco e un comunicato nel quale ammette che il suddetto artwork sia sfuggito ai controlli, affermando inoltre che sono già all’opera per correggere i loro sistemi di revisione e fare in modo che non si verifichino incidenti del genere in futuro.

L’intervento di Ubisoft è stato repentino e impeccabile, tuttavia non si può fare a meno di chiedersi come sia possibile che ad una produzione importante come quella di The Division 2 sia sfuggita una cosa del genere. Speriamo che non si verifichino più episodi simili.

Commenti

risposte