Oculus, il produttore di hardware VR di proprietà di Facebook, si è trovato coinvolto in una strana polemica in seguito alla scoperta di alcuni strani messaggi nascosti all’interno dei nuovi controller Oculus Touch.

Questi messaggi, definibili come veri e propri easter egg, sono piuttosto ironici e tecnicamente sarebbe dovuti essere solo sui prototipi ma, per qualche motivo, sono finiti anche in quelli prodotti in serie.

Nate Mitchell, co-fondatore della società, ha chiarito che tali messaggi sono inappropriati e non sarebbero dovuti comparire negli Oculus Touch finali. Un’esperienza alquanto strana per la società ma riassumibile come una semplice svista nella produzione, nulla di grave. Nel frattempo vi ricordiamo che alla GDC 2019, Oculus ha rivelato i suoi nuovi visori.

Commenti

risposte