Il mondo dell’entertainment si evolve continuamente e quando incontra il mondo della realtà virtuale i risultati possono essere davvero stupefacenti.
Portal VR è un’esperienza del tutto nuova nel panorama videoludico, in grado di unire i vecchi giochi stile die hard con le grandi possibilità offerte dalla realtà virtuale.
Dimenticatevi le serate nei bui labirinti dei laserquest, dimenticatevi le excape room tutte più o meno simili tra loro, dimenticatevi anche le serate passate a giocare in solitaria a casa con il vostro visore con la possibilità di muovervi in massimo 25mq (e dovete essere particolarmente fortunati nell’avere uno spazio vuoto così grande in casa!) attaccati pur sempre al vostro pc. Portal VR è molto di più.

Una sala di 400 mq tutta a vostra disposizione, visori samsung collegati ad un leggerissimo pc equipaggiato con un I7 di ottava generazione, una 1080 e 16 giga di ram, che vi porterete in giro come fosse uno zainetto per nulla pesante. I controller poi saranno del tutto innovativi: uno è una sorta di bracciale da tenere al polso, l’altro è un fucile da ricaricare. Le innovazioni quindi rispetto alle esperienze VR a cui siamo abituati sono principalmente due: la possibilità di potersi muovere liberamente nello spazio, sia senza essere frenati dai cavi collegati dal visore al pc e sia senza doversi spostare nello spazio virtuale soltanto con l’abusato sistema di teletrasporto. La possibilità di essere totalmente liberi nel movimento è la vera rivoluzione, in grado di stupire anche videogiocatori abituati al VR come noi. La seconda novità infine, non meno importante, è quella di poter giocare in team di massimo 5 persone, tutti insieme verso un unico obiettivo: scappare e sparare.
La storia è semplicissima: siamo una banda di ladri – composta da un panda, un sacchetto della spesa, un gallo un clown e donald trump – che cerca di rapinare una banca e deve scappare da ondate di poliziotti che ci sparano addosso cercando di ammazzarci. Entreremo dal garage, passando dalle fogne, salendo nella hall della banca fino agli uffici, scapperemo tra i tetti dei palazzi fino a quando non arriverà qualcuno a portarci via. Tutto quello che vedremo però con i nostri amici, si paleserà solo dinanzi ai nostri occhi, perché in realtà staremo girando in tondo per una stanza vuota. Perderemo totalmente la concezione dello spazio attorno a noi, saremo immersi in un’altra dimensione dove realtà e finzione si fonderanno tra loro facendoci vivere 50 minuti intensissimi credendo davvero di stare da tutt’altra parte, quando invece non ci saremo affatto mossi da Barletta.
Questa di portal vr è l’unica realtà presente oggi sul territorio italiano. Chi l’ha pensata e l’ha realizzata sono Alessandro Martire e Carmine Gissi, giovani talenti barlettani che hanno sviluppato tutte le tecnologie e le grafiche di questa straordinaria esperienza VR.
Abbiamo posto alcune domande ai due sviluppatori nel video qui di seguito.

In un periodo nel quale il mercato dei giochi VR pare assopito, Portal VR offre al giocatore un approccio inedito alla realtà virtuale: il gameplay è fluido, la fisica balistica non è spudoratamente arcade ma nemmeno asfisfiantemente realistica, le grafiche sono ben fatte anche considerando che sono realizzate dal solo Carmine, le skin dei personaggi sicuramente sono simpatiche ma andrebbero rese più realistiche nei movimenti degli arti ma comunque non recano nessun problema alle dinamiche di gioco.
In conclusione, questa è un’esperienza che apre le porte del futuro e che vi invitiamo fortemente a provare.

Portal VR si trova a Barletta in via Misericordia 32, aperto tutti i giorni su prenotazione (min 2 max 5 partecipanti).
Facebook: Portal VR Barletta
Instagram: portal_vr_barletta
Sito: www.theportalvr.net
Email: theportalvritaly@gmail.com

Commenti

risposte