Nelle scorse ore si è tenuto il gameplay reveal di Borderlands 3, e in occasione dello stream Randy Pitchford, CEO di Gearbox, ha parlato della spinosa questione delle microtransazioni con denaro reale nel gioco. Secondo quanto riportato da PC Gamer, il titolo non avrà acquisti in stile free-to-play per agevolare chi shoppa, ma si tratterà di semplici oggetti cosmetici come teste e skin che non avranno alcun effetto sul gioco.

In aggiunta a queste “microtransazioni”, saranno presenti almeno quattro DLC a pagamento che espanderanno la campagna, con nuove missioni ed altri extra, sulla falsariga di ciò che Gearbox aveva già fatto con Borderlands 2.

Vi ricordiamo infine che Borderlands 3 uscirà ufficialmente il prossimo 13 settembre su PC (come esclusiva temporale Epic Games Store), PlayStation 4 ed Xbox One.

Commenti

risposte