La software house indie IMGN.PRO ha annunciato che il suo Kholat, survival horror in prima persona incentrato su di un evento realmente accaduto, noto come “l’Incidente del passo di Djatlov“, è stato sino ad ora giocato da ben 3,5 milioni di utenti. L’evento sopraccitato è stato narrato da uno degli attori britannici più famosi, Sean Bean.

L’incidente del Dyatlov Pass narrato in Kholat è avvenuto nell’inverno del 1959. Nove alpinisti esperti andarono a fare un viaggio nella parte settentrionale dei Monti Urali. La spedizione finì in tragedia. I corpi dell’equipaggio furono ritrovati sparsi sul pendio di Kholat Syakhl.

Kholat è uscito nel 2015 e le review presenti su su Steam sono per lo più positive. Tuttavia, questo numero non si traduce in un rapporto 1 a 1 in merito alle reali copie vendute. In altre parole, delle 3,5 milioni di copie di Kholat registrate sino a febbraio 2019, un buon numero fa parte di coloro i quali Kholat è stato offerto gratuitamente, su PC, per un periodo di tempo limitato.

IMGN.PRO ha aggiunto:

“Questi numeri sono ancora più sorprendenti alla luce del il fatto che è stato il nostro titolo di debutto, che ci ha aiutati a farsì che la reputazione di IMGN.PRO in qualità di studio di sviluppo, sia nota ai più”.

 

Commenti

risposte