La cancellazione di Scalebound è stata una delle news più importanti di tutto il 2017. Parecchi commenti negativi in merito sono stati rivolti alla sola Microsoft per il clamoroso dietrofront. Ma il boss di PlatinumGames, Atsushi Inaba, rivela che in merito anche la sua software house abbia le sue colpe:

 

“Entrambe le parti hanno fallito”

 

Ha dichiarato quest’ultimo a Video Game Chronicle. Aggiungendo poi che Scalebound:

 

“Non è stato realizzato come lo sviluppatore si aspettava di fare”.

 

Inaba ha poi dichiarato che non è stato facile assistere al dissing dei fan circa l’attribuire alla sola Microsoft le colpe della cancellazione di Scalebound.

 

“La realtà è che quando un gioco in sviluppo non può essere rilasciato è perché entrambe le parti in causa hanno fallito”.

 

Ha detto Inaba. Ed ha continuato dichiarando:

 

“Penso che ci siano parti del gioco nelle quali avremmo potuto fare meglio. E sono sicuro che ci siano parti dello stesso in cui Microsoft, in qualità di partner editoriale, vorrebbe aver fatto meglio, perché nessuno ha la fervida intenzione che un gioco venga cancellato”.

 

Il capo di PlatinumGames ha detto che per la sua software house la cancellazione di Scalebound è stata una sonora batosta. E che queste lezioni hanno aiutato la sua software house a crescere.

Né Microsoft né PlatinumGames però hanno detto perché Scalebound sia stato cancellato. Ma Inaba ha riconosciuto che il gioco potrebbe essere stato annunciato troppo presto. Sopratutto in merito al suo sviluppo finale.

Il direttore di Bayonetta, Hideki Kamiya, stava guidando lo sviluppo di Scalebound. Sviluppo durato anni prima che venisse chiuso. Sulla scia dell’annullamento di Scalebound, per il boss di Xbox, Phil Spencer, la cancellazione risulta essere una notizia:

 

“Buona per i giocatori Xbox”.

 

Una speranza all’orizzonte? Macché…

Si diceva che Scalebound potesse essere, per così dire, “resuscitato” in qualità di gioco per Nintendo Switch. Ma non è nei programmi, almeno stando a quanto raccolto da Video Game Chronicle.

J.P. Kellams, produttore di Scalebound, interpellato in merito, ha detto di sapere esattamente il motivo per cui Scalebound è stato cancellato. Ma i dettagli in merito non sono ancora emersi.

PlatinumGames sta attualmente lavorando su più progetti. Uno dei quali risulta essere un’idea di gioco completamente inedita. Secondo gli stessi il 2019 per loro sarà un anno incredibilmente importante.

Commenti

risposte