Tencent avrebbe rinunciato al gioco MOBA Arena of Valor qui in Occidente. Difatti, a pochi mesi dall’uscita del gioco sull’eShop di Nintendo Switch, si ritiene che i team di marketing situati negli Stati Uniti e in Europa siano stati sciolti.

Questa versione localizzata di Honor of Kings ha faticato a farsi strada sin dal suo rilascio nel 2017 – con una media giornaliera di soli 100.000 utenti attivi in Europa e di 150.000 utenti in Nord America. Tutto ciò sembra essere dovuto, esaminando i fatti, a una scarsa strategia di marketing e una spaccatura con la società di League of Legends, Riot Games. Una fonte della società ha fornito a Reuters la seguente dichiarazione su Arena of Valor:”In quei mercati, stiamo semplicemente lasciando che il gioco faccia il suo corso“.

Arena Of Valor

Sebbene Riot sia posseduta al 100% da Tencent, la relazione tra le due compagnie non è stata particolarmente rosea. Ad alimentare il disappunto è sicuramente stata la decisione di Tencent di usare i personaggi di Riot Games per promuovere i tornei competitivi di Arena of Valor. Riot ha quindi presentato una denuncia e questo ha innescato un blocco di marketing per due mesi, lasciando il tempo allo sviluppatore di League of Legends di rivedere tutti i piani pubblicitari per il MOBA sviluppato in Cina.

Dopo numerosi altri tentativi di far crescere il titolo in Occidente, Tencent sta ora ripensando le sue strategie per i territori d’oltremare e sta cercando di acquisire più studi indipendenti. Più recentemente, ha acquistato lo studio svedese Sharkmob.

E voi lo avete già provato per Nintendo Switch? Cosa ne pensate?

Commenti

risposte