Phil Spencer, capo della divisione Xbox, ha rilasciato un’intervista a Kotaku in cui, tra i vari argomenti, ha parlato anche di Sea of ​​Thieves ed ha detto che sarebbe un gioco completamente diverso senza il Game Pass.

Sea of ​​Thieves è un gioco molto diverso da quando è stato pubblicato lo scorso anno e  Spencer considera questa sua evoluzione graduale come un esempio di come il servizio Xbox Game Pass stia cambiando il modo in cui si definisce il coinvolgimento dei giocatori e di come il feedback della comunità sia parte integrante dello sviluppo e della crescita di un titolo.

Spencer ha spiegato che pubblicare il gioco subito su Game Pass lo ha reso, nel tempo, molto diverso in confronto ad un eventuale posticipo di un anno e, quindi, di un processo di sviluppo interno più lungo. Ecco le sue parole:

“Al momento del lancio c’erano vari commenti come: ‘Dov’è l’altra metà del gioco?’. Ma vorrei anche dire che quello che è oggi non corrisponde a come sarebbe stato se avessimo aspettato un altro anno tenendolo per noi. È un gioco che è stato letteralmente creato con il feedback della community.”

Commenti

risposte