Un altro titolo indie va a unirsi alla lista di piccole gemme scovate durante la gamescom 2019: si tratta di Minute of Islands, realizzato da Studio Fizbin e distribuito da Mixtvision. L’indie Arena ospitava centinaia di giochi, perciò non era facile scegliere quale testare, ma Minute of Islands mi ha colpito fin dal primo sguardo.

Il gioco è un puzzle- platform dal gameplay abbastanza classico: la nostra protagonista, un ingegnere di nome Mo,  può muoversi, saltare, scalare pareti e interagire con alcuni oggetti accanto a lei. La sua unica “arma” è un bastone con una speciale bussola, che sembra emanare una strana energia rossastra, la quale è in grado di operare su manufatti tecnologici dell’isola che stiamo esplorando. La nostra terra ha decisamente bisogno di aiuto: delle spore velenose e allucinogene la hanno invasa, e i generatori in grado di tenere pulita l’aria non funzionano più, costringendo la popolazione a migrare altrove. È proprio in questa terra desolata, popolata da inquietanti giganti, che ci troviamo a camminare nella demo, con l’obiettivo di riattivare almeno i due generatori a noi vicini.

Per farlo però dobbiamo insegnarci e interagire con vari set di scale e interruttori, necessari per attivare marchingegni come ascensori o carrucole, peraltro apparentemente un po’ pericolanti. Non è facile avanzare nella nebbia verdastra, contaminata dalla muffa nociva che invade i nostri polmoni.

L’atmosfera è caratterizzata da un dualismo tra l’adorabile protagonista e un mondo dipinto a colori a pastelli, ma decisamente inquietante. Resti di vecchie case, abitanti con maschere a gas e animali intossicati ci accolgono lungo la vita, il tutto circondato da un mare azzurro e incontaminato. L’effetto è davvero notevole. Ho giocato la demo per una mezz’ora, ma avrei voluto durasse di più: Minute of Islands è il classico titolo che sa trasmettere emozioni, e lo fa comunque offrendo un gameplay più che dignitoso, e non limitandosi a raccontare una storia a cui assistiamo passivamente. Vi consiglio perciò di tenerlo d’occhio, aspettando con ansia la sua uscita, prevista per la prossima primavera 2020, su PC e su tutte le console.

Commenti

risposte