Fallout 76 è stato uno degli inciampi più grossi di Bethesda negli ultimi anni, e nonostante le polemiche sembrassero essere scemate, il gioco è tornato alla luce della ribalta (in senso negativo), stavolta per colpa di un frigorifero. Tempo fa la community ha suggerito agli sviluppatori di aggiungere un metodo per far si che i cibi non andassero a male così in fretta, e il team di Bethesda sembrava aver accolto la richiesta dei giocatori, inserendo nel titolo questo frigorifero, in grado di ridurre del 50% il tasso di deterioramento delle cibarie.

Il problema è che questo oggetto è ottenibile solamente pagando 700 Atoms con soldi reali, l’equivalente di 7 dollari/euro, cosa che ha fatto prontamente infuriare la community, visto che i massicci DLC di Fallout 4 costavano poco più di questo frigo virtuale, ma aggiungevano tantissimo all’esperienza originale del gioco. Rimane dunque da chiedersi, finiranno mai gli scivoloni della compagnia con questo Fallout 76?

Commenti

risposte