Nel corso degli ultimi giorni è stato rinvenuto da un utente Twitter un singolare e mai visto prima controller per Nintendo 64, il quale mostra un layout un po’ diverso da quello al quale la Grande N ci ha abituati da metà degli anni ’90.

Correva l’anno 1996, e le aziende video ludiche iniziavano ad addentrarsi nel fino ad allora inesplorato territorio dei motori grafici in 3D. Nintendo è in questo frangente riuscita a fronte agli scontri a colpi di poligoni grazie alla ormai leggendaria Nintendo 64 e al suo iconico e controverso controller, passato alla storia per la sua singolare triplice punta.

Pensavamo di sapere tutto della console che ha dato i natali ad amatissimi titoli quali Super Mario 64 e The Legend of Zelda: Ocarina of Time, ma l’utente Shane Battye è riuscito su Twitter a dimostrare il contrario mostrandoci le foto di un prototipo del sopra citato controller, risalente ai tempi nei quali Nintendo 64 era ancora nota con il suo nome in codice: Ultra 64.

Corpo nero, tasti grigi e un analogico vistosamente diverso tanto nelle meccaniche (a detta dell’utente più solide e durevoli) quanto nella forma da quanto in seguito commercializzato dalla Casa di Kyoto, ma anche piccoli dettagli come un posizionamento più spaziato dei tasti C e un dorsale posteriore più piccolo del normale. A completare le bizzarrie di questo manufatto perduto nel tempo ci pensa la porta di collegamento alla console: una RJ-11, che altri non è che la porta che permette il collegamento dei telefoni fissi alla presa a muro, e un ampio spazio frontale che avrebbe quasi certamente ospitato uno sticker recante la N di casa Nintendo come rappresentata nel corpo principale della console.

Siete riusciti a trovare altre differenze tra questo e il controller per Nintendo 64 commercializzato nella metà degli anni ’90? Pensate che Nintendo, dopo aver reso disponibile sulla console ibrida parte della libreria di SNES, si dedicherà ad ampliare l’offerta Nintendo Switch Online con quella appartenente a questa console?

Commenti

risposte